Zuppe di legumi senza glutine

 Zuppe di legumi senza glutine

Capita anche a voi, alla fine di una lunga giornata di lavoro, di desiderare  gustose  Zuppe di legumi senza glutine ?

Siate nel post giusto. Troverete tantissime ricette ma anche tanti utili consigli nella scelta, preparazione e cottura dei legumi. E naturalmente anche tutto ciò che c’è da sapere per realizzare piatti che siano sicuramente senza glutine.

 Zuppe di legumi senza glutine

Zuppe di legumi senza glutine : quali scegliere

I legumi sono tutti senza glutine . Un celiaco può , quindi mangiarli tutti ( ceci, fagioli, lenticchie, piselli, fave, cicerchia, lupini, soia, carrube). Può scegliere legumi freschi, secchi, surgelati.. Può anche mangiare quelli in scatola se tra gli ingredienti presenti nella confezione ci sono  acqua, sale, zucchero, anidride solforosa, acido ascorbico, acido citrico, concentrato di pomodoro.

Tuttavia se guardiamo le confezioni di legumi secchi  presenti al supermercato nella maggior parte dei casi troviamo delle scritte che lasciano perplessi. Guardate le foto

 Zuppe di legumi senza glutine

 Zuppe di legumi senza glutine

Ben evidenti le scritte : può contenere tracce di glutine, può contenere cereali contenenti glutine. Rarissimo trovare confezioni con la scritta senza glutine.

Allora cosa fare ?

Durante la produzione ed il confezionamento di questo genere di prodotti, è possibile, anche se raramente, che avvenga una contaminazione con grani di cereali contenenti glutine. Bisogna , quindi, fare delle semplici ma necessarie operazioni.

Zuppe di legumi senza glutine: procedure per evitare il rischio di contaminazioni

  • I legumi, prima dell’ammollo, vanno controllati attentamente per escludere la presenza di grani di cereali contenenti glutine come chicchi di orzo. Si tratta di una procedura che le nostre mamme facevano sempre per eliminare corpi estranei come frammenti di pietre che una volta erano frequenti .
  • Sciacquate  poi i legumi con acqua abbondante.
  • Queste procedure ( controllo visivo, eliminazione di grani estranei e risciacquo) eliminano il rischio di contaminazione. Questo perché il glutine si trova nella parte più interna del chicco dei cereali e quindi questi risultano tossici per il celiaco solo se ingeriti e non è possibile una contaminazione diretta da glutine dei legumi.
  • Se avete voglia di una miscela di legumi acquistate solo quelle che portano sulla confezione la scritta senza glutine Queste confezioni sono piuttosto rare nei supermercati . Potete prepararla voi acquistando i singoli legumi,. Dovete naturalmente procedere al controllo visivo ed all’eliminazione di eventuali corpi estranei prima dell’ammollo.

L’Associazione Italiana Celiachia consiglia questa procedura per garantire il celiaco da possibili contaminazioni.

Io utilizzo questa tecnica e vi assicuro che sia io che  le mie figlie ci gustiamo tranquillamente le Zuppe di Legumi. Come sa chi segue il mio blog nella mia famiglia la Celiachia vince 3 a 2 e quindi potete fidarvi dei miei consigli.

Per preparare una buona zuppa serve l’ammollo?

Se utilizziamo legumi secchi dobbiamo tenerli in ammollo 12 ore. L’ammollo è necessario perché l’amido e le fibre solubili contenuti all’interno dei legumi, se non reidratati e sottoposti direttamente alla cottura, reagiscono indurendosi e rendendo i legumi sgradevoli da mangiare.

L’acqua necessaria per la cottura varia a seconda del legume che volete cucinare :

  • 1- nel caso di lenticchie servirà il doppio del volume di queste ultime
  • 2-per i fagioli l’acqua dovrà essere il triplo del volume
  • 3-per i ceci la quantità consigliata è il quadruplo del volume dei legumi.

I legumi , durante l’ammollo, aumentano molto di volume. Quelli rimasti in superficie a galleggiare vanno eliminati.

Finito l’ammollo occorre eliminare l’acqua e sciacquare ancora una volta.

I legumi sono ora pronti per la cottura.

Zuppe di legumi senza glutine : consigli pratici

  • Utilizzare una pentola con coperchio per evitare la dispersione del vapore
  • Aggiungere un trito di cipolla, carota, sedano e una patata a pezzetti per insaporire
  • Aggiungere una foglia di alloro che profuma e rende più digeribili i legumi
  • Se fosse necessaria altra acqua durante la cottura aggiungerla bollente e non fredda.

 Zuppe di legumi senza glutine

Zuppe di legumi senza glutine: come rendere il pasto completo

I legumi vanno consumati insieme ai cereali ( pasta o riso ) realizzando un piatto unico che contiene tutti i nutrienti che devono essere presenti in un pasto.

E’ bene evitare, nello stesso pasto , proteine di origine animale come carne o uova perché avremmo un pasto squilibrato da un punto di vista nutrizionale e costringeremmo intestino e reni a un super lavoro.

In sintesi se proponiamo un piatto di pasta e lenticchie o di pasta e fagioli non dobbiamo proporre anche un secondo perché il piatto è una perfetta combinazione di proteine e carboidrati. Questo naturalmente vale, oltre che per i bimbi, per tutti i componenti della famiglia.

 Zuppe di legumi senza glutine

Conservazione dei legumi cotti

I legumi cotti possono essere conservati in contenitori a chiusura ermetica in frigo per 24-48 ore.

Possiamo anche congelare i legumi cotti per un massimo di tre mesi.

 

 

Passiamo ora alle ricette:

Armonia di legumi

 Zuppe di legumi senza glutine

 

Zuppa di lenticchie nere

 

 Zuppe di legumi senza glutine

 

Zuppa di fagioli

 

Pasta e ceci

 

Crema di lenticchie

 

Crema di piselli

Crema di lenticchie rosse decorticate

 

Ti potrebbe interessare:

Pasta del Pricipe senza glutine

Lasagne di calamari

Pasta senza glutine al forno zucca e salsiccia

Sul sito www.mammahopersoilglutine.it troverai tante altre interessanti idee…..

105 views

Summary
recipe image
Recipe Name
Zuppe di legumi senza glutine
Author Name
Published On
Total Time
Average Rating
51star1star1star1star1star Based on 3 Review(s)